Menu
A+ A A-
libro_pallacanestro_pillole_attacco_difesa libro_pallacanestro_pillole_attacco_difesa_indice1 libro_pallacanestro_pillole_attacco_difesa_indice2 libro_pallacanestro_pillole_attacco_difesa_1b libro_pallacanestro_pillole_attacco_difesa_2

Pillole di attacco e difesa

Nessuna valutazione Produttore BasketCoach.Net Email
Prezzo di vendita, tasse escluse18,00 €
Prezzo base18,00 €
Prezzo base per variante18,00 €
Modificatore prezzo variante:
Sconto
Ammontare IVA
Prezzo standarizzato:
Prezzo di vendita: 18,00 €

Disponibilità:
992

Descrizione

La scrittura per me ha sempre rappresentato l’opportunità di esprimere dialetticamente emozioni e pensieri, essendo a mio avviso un modo di manifestare la voglia di mettersi in discussione continuamente, aprendosi agli altri. 

Scrivere è come riflettere la propria immagine su di uno specchio, dando al tempo stesso agli altri la possibilità di leggere e di osservare la nostra analisi, con prospettive sempre diverse. La scrittura e la lettura sono le due facce della stessa medaglia, due processi attraverso i quali è possibile dare e ricevere. Se poi aggiungiamo che l’oggetto di questo libro è la pallacanestro, allora il fatto di poter scrivere, tramite la tastiera, disegnare diagrammi e provare a trasmettere anche solo un pensiero che possa risultare utile a chi legge, trasforma l’emozione di scrivere in qualcosa di razionale.

Ecco che cosa è il basket per me, l’emozione che si materializza in logica. Ho voluto scrivere attraverso questo libro alcune idee, derivate da un approfondimento teorico che trae spunto da studi, dall’esperienza sul campo e dagli errori commessi. Posso dire però che non dobbiamo aver paura di sbagliare. Per anni ho avuto il timore dell’errore, cercando nella stesura dei piani di allenamento un’ossessiva ricerca della giusta dimensione, che in realtà non esiste in senso assoluto. Perché nel nostro sport, fortunatamente non c’è una verità, ma delle linee guida che devono costantemente essere aggiornate, il gioco non lo inventiamo noi allenatori ma i giocatori. Questi ultimi sono gli attori principali all’interno del nostro “teatro”, noi possiamo rappresentare gli sceneggiatori, coloro che creano le basi su cui poter lavorare e migliorare, quelli che provano a tracciare le fondamenta su cui costruire la libera interpretazione del giocatore (facendo riferimento sempre alla metafora del teatro).

L’allenatore nel percorso formativo deve a mano a mano “scomparire” dalla scena (rimanere sullo sfondo) per lasciare spazio ai giocatori. Questo a mio avviso è il percorso che porta gli atleti al raggiungimento dell’autonomia. Spero che questo libro, diviso in due sezioni (attacco e difesa) possa portare degli spunti di riflessione in tal senso. Se così sarà, avrò centrato il mio obiettivo, quello che mi prefiggo ogni volta che leggo, quando mi trovo dall’altra parte dello specchio.

Recensioni

Nessuna recensione disponibile per questo prodotto.

Contattaci

Login or Registrati